Post

#Come preparare lo sciroppo alla menta

Immagine
La frenesia dell'homemade dei giorni scorsi ci ha permesso di scoprire passatempi e trovare soluzioni del tutto personali alle piccole sventure quotidiane. L'estate è alle porte, ma tutti abbiamo quasi la certezza che ci aspetterà un lungo periodo di assestamento prima dei desiderati aperitivi in riva al mare. Se ci ripenso le estati più belle della mia vita sono legate alla voce di mia madre o di mia nonna che da bambina mi distraevano dal gioco per farmi fare merenda...la bibita che preferivo era ed è la MENTA. Rovistando nel web ho trovato la ricetta del famoso sciroppo verde perlato da diluire nelle caraffe piene di ghiaccio.  Ingredienti:
-250 ml di acqua -250 g di zucchero ( di canna o bianco) - 25 g di foglie di menta -la buccia di mezzo limone



Pochi ingredienti, dunque a cui può essere aggiunto del colorante alimentare verde per il piacere degli occhi.  Il procedimento  è molto semplice: basta sminuzzare in un frullatore le foglie di menta, versare in un pentolino tutt…

#Bibliofili in quarantena

Immagine
Mi mancano le biblioteche: quelle scomparse, quelle piccole che arrancano per dare un servizio di pubblica utilità e quelle gigantesche, materne, dalle scrivanie in massello e le abat-jour in vetro smerigliato e ottone. In ogni caso quelle che conservano il sapere da prima che io nascessi, molto tempo fa. Mi manca quella sensazione di mistero e possibilità e il pizzicorio agli occhi nella sala dei manoscritti e rari. Mi mancano i volumi embossati dalle cuciture ingiallite. Ho nostalgia dei bibliotecari, di quelli che ti pregano per firmare all’entrata e che sorridono in silenzio se riponi da solo i libri che hai consultato. Mi mancano quelli che  si inerpicano su una grossa scala cigolante, anziani, invalidi per fare più alto te, più giovane, che hai richiesto un libro. Quelli colti, quelli a cui puoi dire che hai bisogno di un volume verde, di cui non ricordi la collocazione, per ritrovarti in mano un pezzo della Teubner. Mi manca provare quel timore reverenziale misto alla gratitudi…

#Creazioni: Renna con feltro e gomma eva /gomma crepla.

Immagine
Le stagioni fredde hanno un fascino misterioso con i loro paesaggi pieni di brughiere fiorite e i boschi col suolo cosparso di foglie dai colori caldi accesi mischiati alla neve. Natale non è proprio alle porte, ma i preparativi perché la magia delle feste sia perfetta possono richiedere tempo e attenzione. I più sono in cerca di idee già in questo periodo per arredare la propria casa a tema. Ecco dunque un modo per poter costruire una renna con alcuni materiali di riciclo e altri davvero a basso costo.
Clicca qui e sfoglia tutte le fasi del processo creativo Occorrente: 
Un foglio di gomma crepla biancaDue fogli di feltro bianco, grigio o beigeSpagoPerlineCartone ondulatoCartoncino sottile ( come quello delle scatole di cereali) Polistirolo di un vecchio imballaggioColla a caldoGiornali , spugna o poliesterescotch di carta   Procedimento:    Disegniamo su un cartoncino sottile la sagoma di una renna.


   Successivamente trasferiamo la sagoma ritagliata sul cartone ondulato per due volt…

#Come spiegare il successo dell’ultimo Joker (Attenzione SPOILER)

Immagine
Se la creatività è l’intelligenza che si diverte, forse la follia è l’intelligenza che si ribella e chiede aiuto. L’empatica giustifica della pazzia del protagonista, Arthur Flek, interpretato magistralmenteda  Joaquim Phoenix, schiaccia lo spettatore sulla poltrona per tutto il film, durante il quale si susseguono più di una denuncia. Si passa, infatti, a riflettere dalla stigmatizzazione delle malattie mentali, dal libero uso delle armi, dalla disparità economica tra le classi sociali alla constatazione che nella società odierna non ci sia spazio per le difficoltà relazionali e la malinconia. Ci si impone di vestire i panni dei vincenti, di sorridere per allontanare chi potrebbe nuocerci, di infondere tutta la nostra rabbia nelle nostre azioni ove mai le evidenze dovessero dimostrare le nostre fragilità. Si pretende senza alcun vincolo di equità che le persone affette da malattie mentali si comportino in maniera convenzionale.  Come dichiarato dal regista, Todd Phillips, la pellicola…

# Manutenzione di un terrazzo fiorito: lavori autunnali

Immagine
Scoprire in autunno che organizzare un balcone fioritoè un atto d'amore verso se stessiè un po' deludente. Il preludio dei primi freddi ci evoca già il desiderio di cioccolate calde e abiti pesanti. Prima di sorprenderci a contare quanti giorni mancano alla magia del Natale, vediamo insieme quali sono le azioni che possiamo compiere per avere un balcone fiorito la prossima primavera.
1) Se nelle nostre case vivono già delle piante che hanno subito una crescita vigorosa durante l'anno, possiamo controllare se necessitino di un vaso più grande, del concime o del terriccio nuovo. Potremmo così sistemarle in modo che le radici abbiano il tempo di attecchire nella nuova collocazione e che regolino le loro funzioni dopo il caldo estivo e prima del riposo vegetativo invernale. Quest' autunno ho deciso di rinvasare una Yucca, che era nello stesso vaso ormai da sei anni ( ehm sì) , una giovane Cycas e una Guzmania. (Nella seconda foto si scorge anche una Portulaca, ma ve ne parl…

#Plants care for beginners: gli indispensabili per la progettazione di un terrazzo fiorito.

Immagine
Quante volte abbiamo passeggiato a naso in su nei borghi, che abbiamo visitato in giornate miti e abbiamo confuso la realtà con il sogno? Eccoli i balconi fioriti che si lasciano ammirare ai primi raggi di sole, donando fascino al peggior rudere isolato o che sfacciati si affacciano anche d'inverno dai più squadrati  dei caseggiati metropolitani. In fondo abbiamo sempre pensato ai benefici dell'allestimento di un nostro spazio verde, ma forse non sappiamo da dove cominciare. Proviamo allora a riflettere sugli indispensabili per avviare l'allestimento di un terrazzo fiorito:
1) COSTI - Pollice verde o no molti pensano che il mantenimento di un balcone o di un terrazzo fiorito possa dare fondo ai propri risparmi. In realtà molto dipende dalla progettazione, dalla scelta delle piante e dei vasi e dal voler disporre o meno di un impianto di irrigazione.
2) PROGETTAZIONE - È necessario che l'abbinamento dei vasi, di colori e piante sia armonioso. Un risultato il più possibile…

# Perché allestire un giardino fiorito sul proprio terrazzo è terapeutico.

Immagine
La penuria di spazio nelle odierne giungle urbane comporta il sacrificio del verde cittadino. Nelle grandi città, infatti, sono molto di moda le progettazioni di giardini pensili, che mirano ad una riqualificazione dei territori e alla creazione di aree, che permettono una migliore coibentazione degli edifici oltre a diminuire l'inquinamento. In realtà ogni abitante in maniera molto più economica, con meno sforzi burocratici e senza dispendio di troppo tempo può creare una personale area protetta con molteplici vantaggi.
Scopriamo dunque 10 vantaggi per allestire un giardino fiorito sul proprio terrazzo:

1)  Il più deducibile dei vantaggi dell'allestire un giardino fiorito su un terrazzo e perché no sul proprio piccolo balcone è quello di possedere un' ulteriore stanza "verde" da arredare e destinare al proprio relax.

2) È proprio lo spazio destinato al tempo libero che incrementa la propria crescita personale, la consapevolezza di sé e del concetto che si ha dell&#…